Crea sito

Into Mirror: videogioco cyberpunk per iOs/Android

in Recensioni/Videogiochi da

Into Mirror è un gioco per iOs/Android di tipo platformer/combattimento ad ambientazione cyberpunk. Storia interessante e gameplay piacevolmente difficile per un divertimento assicurato.

into-mirro_recensione-cyberpunk-italia-cover

NomeInto Mirror

Data: 2016

Sviluppatore: Lemon Jam Studio

Piattaforma: iOs/Android

Tipologia: platformer/azione/combattimento

Dimensione: 71.3 MB

Trama: L’anno è il 2076. Mirror, un mondo virtuale, ha completato la sua beta pubblica ed è entrato ufficialmente nella fase commerciale. Il Mirror Device porta le persone in un mondo virtuale. La compagnia dietro questo prodotto, Mirror Group, di conseguenza, è diventata la corporation più grande del mondo. Mirror ha catturato l’attenzione di tutti, ma al suo interno nasconde molti segreti. Nel mondo di Mirror, tu chi sei?

Ho scaricato Into Mirror per pura curiosità, lo ammetto. Icona e trama, imbevute di cyberpunk, mi hanno convinto a occupare 70 preziosi megabyte del mio smartphone per provare questo gioco, raro esempio di videogioco cyberpunk mobile nell’odierno panorama, sconfinato e caotico, di app e giochini vari. Non sono mai stato appassionato di questo tipo di giochi, ma Into Mirror mi ha affascinato sin dal primo livello.

Tutt’altro che facile, anzi, spesso veramente difficile, è un gioco organizzato su 20 livelli a difficoltà progressiva la cui base comune è il platforming, modalità di gioco old-school che consiste nel dover muovere e far saltare il proprio personaggio in modo da atterrare su “piattaforme” di dimensioni e disposizioni variabili. Il tutto, naturalmente, lottando contro avversari (sorta di cyber-zombie) che infestano il cyberspazio di Mirror con una lunga serie di armi bianche e armi da fuoco acquisibili progredendo nella storia e raccogliendo crediti in gioco (o acquistandoli).

into-mirro_screenshot-cyberpunk-italia-1

L’inventario permette anche di aggiungere al proprio arsenale e migliorare oggetti tecnologici come smart-goggles (occhiali), scudi, bracciali, batterie, guanti ma anche body-armor (armature), arti cibernetici e, esplorando con attenzione ogni livello, chip nascosti con i quali au(g)mentare il proprio personaggio. Il gameplay è divertente e non stanca quasi mai, anche se può essere frustrante quando, finiti i propri punti vita a causa di bombe, attacchi degli avversari o ostacoli dannosi, si deve rigiocare l’intero livello.

L’interfaccia di gioco è ottimizzata abbastanza bene per il touchscreen dello smartphone anche se, personalmente, ho trovato un po’ scomode le due frecce direzionali di movimento soprattutto per lo spazio un po’ troppo abbondante tra una e l’altra. La grafica del gioco è molto curata per essere un videogioco mobile (con evidenti influenze dal mondo dei fumetti) e si apprezza una buona varietà di ambientazioni, avversari, ostacoli e upgrade grafici del personaggio. Un tocco di classe è dato inoltre dalla colonna sonora e dagli effetti sonori del gioco, un mix cyberpunk di elettronica futuristica, suoni di connessioni virtuali degni di Matrix e rumori ambientali, movimenti e combattimento.

Sul PlayStore di Google Into Mirror è disponibile gratuitamente, mentre sull’AppleStore è in vendita a 0,99€. Se volete passare qualche momento di divertimento impegnativo ma allo stesso tempo gradevole e rilassante, immersi in una suggestiva realtà virtuale cyberpunk, date una possibilità a questo gioco, e sacrificate anche voi un po’ di prezioso spazio sul vostro smartphone o tablet.

Ultimi da Recensioni

Vai a Inizio